Riassunto Mondiali 21 Giugno: Daminarca vs. Australia – Francia vs. Perù – Argentina vs. Croazia

Alla fine di una giornata di Coppa del Mondo che verrà ricordata per la grande disfatta dell’Argentina, vediamo nel dettaglio tutti i risultati.

 

Danimarca – Australia 1 – 1 (7′ Eriksen – 38′ Jediniak (P))

 

danimarca australia

 

Una partita finita in pareggio che sembra il risultato giusto per quanto espresso dalle 2 squadre. La Danimarca inizia subito bene trascinata dal giocatore di più talento. Eriksen infatti finalizza una bella azione al 7′ del primo tempo e detta i tempi dei suoi in attacco. L’Australia dopo aver trovato le misure per arginare gli attaccanti danesi, pareggia i conti a fine primo tempo sempre grazie a un rigore assegnato dalla Var, come nel match contro la Francia.

Il secondo tempo vede poche azioni pericolose da entrambe le parti, chiudendosi nel risultato finale di 1 a 1.

Nell’ultima giornata del girone gli australiani sono obbligati a vincere con il Perù per mantenere vive le speranze di passare il turno, purché la Danimarca non riesca a fare il colpaccio contro la Francia.

 

Francia – Perù 1 -0 (34′ Mbappe)

 

francia peru

 

L’uomo più atteso, l’uomo dei record. Infatti è proprio Mbappe a segnare il l’unico gol decisivo per sancire vittoria e passaggio matematico del turno per i galletti.

Il giocatore di 19 anni diventa il francese più giovane ad aver segnato in un europeo e un mondiale superando David Trezeguet.

Il gol segnato a porta vuota a coronamento di un’azione di Giroud ha sancito la vittoria della Francia. La squadra in blu ha avuto un buon Pogba a centrocampo a inspirare la manovra come ai vecchi tempi, e il giovane attaccante francese inspirato nel tentare il gol di tacco sempre nel primo tempo.

Il Perù ha provato a pareggiare i conti colpendo un palo nella ripresa, ma alla fine dei 90 minuti il risultato non cambia e sancisce il passaggio del turno della Francia e l’esclusione della squadra sudamericana.

 

Argentina – Croazia 0 – 3 (53′ Rebic, 80′ Modric , 91′ Rakitic)

 

argentina croazia

 

Probabilmente la partita più attesa della giornata, la partita del grande riscatto di Messi e i suoi. alla fine dei 90 minuti di gioco invece il verdetto dice 3 a 0 per la Croazia, e con assoluto merito.

La squadra croata è sempre stata ben organizzata in difesa e ottima a centrocampo in cui due giocatori come Modric e Rakitic hanno fatto la differenza, recuperando e dettando i tempi per gli attaccanti. Un grande lavoro di copertura fatto anche da questi ultimi, con Mandzukic grintoso ed efficace come quando gioca in bianconero.

La sfida tra numeri 10 è stata vinta da Modric, vero capitano di questa squadra che corona un’ottima prestazione con un gol da fuori.

L’Argentina dal canto suo ha messo in campo molta voglia e grinta, senza però mai trovare lo spunto giusto nemmeno con il suo capitano Messi che non ha mai dimostrato di essere il numero uno al mondo, e con una prestazione imbarazzante del portiere Caballero che con una papera colossale ha aperto le danze del gol.

Il risultato è più che giusto e mette in evidenza una Croazia che si candida fra le migliori squadre viste finora in questo Mondiale, e un’Argentina con un piede e mezzo a Buenos Aires.